Un articolo importantissimo

In un articolo pubblicato qualche giorno fa ribadivo l’allarme che da decenni mi si presenta con un’ovvietà sconcertante, senza che nessuno vi ponga attenzione. Riporto qui la parte conclusiva dell’articolo:

Se ora volgiamo l’attenzione dalla tecnica in generale alle forme più recenti dell’elettronica e del mondo virtuale, dobbiamo ugualmente denunciare l’enorme ritardo con cui ora si invoca – del resto invano – una regolamentazione e un saggio governo della più moderna tecnologia. Potrà sembrare paradossale e inverosimile, ma è un fatto incontrovertibile che già nel 1950 un visionario autore americano aveva descritto in modo perfettamente “scientifico”, in un racconto che solo per convenzione possiamo annoverare nel genere della “fantascienza”, gli effetti devastanti che l’invasione incontrollata del virtuale nell’ambiente domestico avrebbe avuto sull’età evolutiva.
Il racconto, dal titolo “The Veldt” – scritto da Ray Bradbury (1920-2012), autore del più conosciuto “Fahrenheit 451” – si può leggere tramite il seguente link:

http://teachers.wrdsb.ca/jackmaw/files/2012/09/The-Veldt-Ray-Bradbury-pdf.pdf

(purtroppo la traduzione italiana del racconto di Ray Bradbury attualmente è disponibile soltanto per gli iscritti alla scuola online “La corona di dodici stelle”)

Dunque già almeno dal 1950 eravamo stati messi in allarme, ma, a quanto sembra, più disposti ad ascoltare i “mercanti” che i saggi, abbiamo fatto, appunto, “orecchio da mercante”.
Ora il Ministro Fedeli afferma che «non si può continuare a separare il mondo degli studenti, quello fuori, dal mondo della scuola», cioè a separare il mondo dell’elettronica sregolata, o meglio regolata dagli ineteressi dei “mercanti”, da quello dell’educazione.
Non sarebbe, invece, più opportuno chiedersi se è troppo tardi ora per esigere, da quanti hanno la competenza per farlo, che forniscano ai genitori e agli educatori le giuste regole per «governare» saggiamente quel mondo ellettronico-virtuale che altrimenti finirà per divorare i nostri figli, e noi con loro, se non l’ha già fatto?

Ora questo allarme viene autorevolmente confermato dal seguente articolo, che ritengo importantissimo, ma che rischia, come è ormai prassi consolidata, di passare inosservato e di non produrre alcuna iniziativa concreta:

https://www.notizieprovita.it/economia-e-vita/bambini-di-oggi-bambini-impazziti-genitori-svegliatevi/

Non sarebbe compito specialmente del gruppo “San Benedetto e la vita familiare” e della relativa scuola per famiglie progettare una strategia concreta per affrontare questo problema – come del resto era stato già previsto in tutte le istruzioni precedenti? E non se ne dovrebbe parlare nell’incontro del 19 novembre 2017 e negli incontri successivi?

di Don Massimo Lapponi